Ed oggi nasce La fuga di Laura...la ricerca di uno spazio tutto mio, di una valvola di sfogo, di una libertà e di una leggerezza che da tempo non trovo ma desidero...E' solo il tentativo di dare a me stessa una possibilità, uno spazio per pensare, riflettere, cazzeggiare, per poi tornare alla mia vita un po' più leggera, in attesa di ritrovare l'entusiasmo che ho perso, in attesa di ricollegare il filo tra desiderio e realtà...
Io sono Laura, io sono quella che si sente eccitata all'idea di scrivere ancora non so bene cosa, non so a chi e come, ma so il perché: voglio uno spazietto tutto mio, voglio essere Laura e basta. Poi so già che scriverò di loro, ma forse non lo sapranno, e allora sarà come muoversi in un mondo segreto, che importa se sarò sola? Sarà bello, sarà mio.

Un vice premier senza coscienza

Fare i duri sulla pelle di più di 600 persone stremate e disperate al largo su una nave senza una destinazione sicura. Fare i duri, a dispet...