Ancora crisi di governo...

Eccoci di nuovo qui...anzi, eccoli di nuovo lì, al Colle, a chiedere numi, a cercare di risolvere il solito puzzle!
14 mesi di governo certamente molto discutibili e una fine ancor più sconcertante!
Salvini deve aver fatto male i suoi conti, non credo si aspettasse questo. Invece di capitalizzare i voti si ritrova a vedere gli altri, tutti, pronti a fingere di unirsi per contrastarlo. Avrei preferito essere certa che il governo si farà perchè va fatto, per sventare il rischio di aumento dell'IVA, per la nomina del commissario europeo, per la manovra da chiudere entro dicembre, perchè in un momento di recessione come questo non possiamo permetterci elezioni.
Invece è chiaro che la priorità qui è fermare l'avanzata della Lega.
Vorrei frenarne anch'io l'avanzata, ma preferirei si riuscisse a farlo smentendo una ad una le fesserie del suo leader, usando la ragione contro l'istinto, il buon senso contro il cattivo gusto e le volgarità di quell'uomo e delle folle che lo acclamano, la responsabilità contro l'incoscienza di chi risveglia i peggiori sentimenti dell'Italia. E ho detto "risveglia" e non suscita, perchè è chiaro che certe paure e, di conseguenza, certi istinti d'odio, sono ben radicati nella maggior parte di noi.
Ancora non in me, spero.
Comunque vada, spero che questa nuova alleanza forzata serva a salvare ancora una volta il nostro paese, a questo punto qualsiasi tipo di alleanza e di governo sarebbe meglio del vuoto... Ma spero si tratti di una parentesi breve, per il tempo strettamente necessario, per poi tornare al voto e, purtroppo, vedere Salvini vincere o stravincere. Questa è democrazia, non possiamo temerla.
Se invece perderanno tempo a cambiare la legge elettorale in senso proporzionale, allora il gioco sarà davvero sporco. Non possiamo temere le nostre istituzioni, non possiamo consegnare il paese al caos e al'ingovernabilità che ci ha accompagnato per decenni solo per paura che vinca qualcuno di cui non ci fidiamo. Le riforme vanno fatte, se ne avverte fortemente il bisogno, ma non possiamo ritagliarcele addosso in base al risultato che vogliamo ottenere alle urne. Chi vince deve poter governare per 5 anni, con i dovuti contrappesi, che esistono; deve poter fare e decidere, per poi risponderne a tutti gli italiani al turno elettorale successivo. non sono i pieni poteri di cui parla Salvini (che poi credo gli sia uscita quell'espressione dalla bocca prima di comprenderne il peso...) ma solo i poteri che ogni governo dovrebbe poter avere, ridimensionando il Parlamento col superamento del bicameralismo perfetto, con la diminuzione dei parlamentari, con lo snellimento delle procedure per l'approvazione dei provvedimenti di legge. Tutte cose che stavano dentro una riforma che abbiamo affossato con un referendum... Qualcuno se ne ricorda???
Forse ora non ci troveremmo in questa situazione se solo avessimo usato più buon senso allora...
 

Nessun commento:

Posta un commento

Ancora crisi di governo...

Eccoci di nuovo qui...anzi, eccoli di nuovo lì, al Colle, a chiedere numi, a cercare di risolvere il solito puzzle! 14 mesi di governo cert...