capelli bianchi quanto vi odio!

Quanto era bello quando i miei capelli erano solo i capelli da idratare, pettinare, spettinare, tagliare ogni tanto solo per cambiare look nei momenti di crisi, tenere lunghissimi quando ero in pace con me stessa.
Adesso è un incubo, per me che non amo andare a farmi manipolare da soggetti che lo fanno di professione, come estetisti, massaggiatori e, naturalmente, parrucchieri.
E tutto a causa del bianco che incombe, che, facendo capolino circa 6 anni fa con i primi capelli scoloriti sulle tempie, che regolarmente staccavo ed eliminavo senza pensarci troppo, tanto erano due o tre, si è fatto strada sulla mia testa gradualmente ma, ormai, in modo irreversibile e sempre più invadente.
Ormai quegli odiosi capelli bianchi sono ovunque, ispidi e difficili da domare, crescono così velocemente che la colorazione (pratica a cui mi sono dovuta alla fine piegare!) dura sempre meno.
E non basta più Casting Creme Gloss di l'Oreal per garantirmi il mio castano chiaro, ora uso Excellance (stessa marca) che copre meglio e, mi pare, li rovina di più! Perché ormai senza ammoniaca non copro più nulla.
Non avrei mai voluto diventare schiava di queste pratiche, che tra l'altro diventano un'incombenza da svolgere a casa, un po' per risparmiare denaro e un po' per evitare ulteriore stress in odiosi e chiacchieroni saloni di parrucchiere.
Ma veramente ne ho le palle piene di colorare e vedere che, entro due settimane, il bianco è di nuovo visibile, sta lì a caricarmi almeno 3/4 anni in più sulla groppa, perché niente invecchia come i capelli bianchi, neanche le rughe.
Li odio e odio sapere che non c'è rimedio, non uno definitivo, come piacerebbe a me.
Sono in piena fase di estirpazione peluria sul corpo con il laser, soddisfatta dei risultati per ora, anche se ho fatto solo 3 sedute. Ma non esiste un laser per i capelli? Un qualcosa che li costringa a recuperare la pigmentazione originale, senza condannarci a questi riti di ristrutturazione che odio e  che, di conseguenza, trascuro?
Infatti spesso passano settimane prima che io trovi tempo e voglia di porvi rimedio, e intanto mi guardo allo specchio insoddisfatta ricordando a me stessa che sto invecchiando e che, si, si vede proprio, ché ché ne dicano gli altri (che sono gentili nel negare l'evidenza ma di sicuro non consolano!).
Proprio in questo momento so di avere una sfilza di capelli bianchi in bella vista e so già che nel fine settimana non avrò un attimo di respiro per occuparmene.
Ho anche provato uno spray colorante temporaneo, sempre l'Oreal, acquistato on line per poi scoprire che lo vendevano anche al market!
Ma io non riesco proprio a smettere di toccare i miei capelli, mossi e solitamente tenuti sciolti, per cui le mie mani non fanno che scuoterli, sistemarli, spostarli, tirarli indietro. E così ho scoperto che quella roba mi si attacca alle dita e alle unghie, che è decisamente più sgradevole ritrovarmi con la punta delle dita marrone che non con qualche capello bianco in testa!
In ogni caso non credo che li lascerò mai al naturale, non mi piacciono i capelli bianchi o grigi, li tollero giusto nelle vecchiette stile nonnina di Peter (parlo di quello di Heidi), o stile mia nonna. Io però non voglio essere così. E non sono abbastanza femminista per farne un motivo d'orgoglio.
Mi piace piacermi e piacere, inutile negarlo.
Quindi adesso mi metto sotto e invece di continuare a scrivere mi dedico un po' a questa testa disordinata!
Buona colorazione a tutti!

Un vice premier senza coscienza

Fare i duri sulla pelle di più di 600 persone stremate e disperate al largo su una nave senza una destinazione sicura. Fare i duri, a dispet...